Chicche dal Designjunction 2016 di Londra

Share it

L’edizione 2016 del Designjunction, una tappa londinese imperdibile per tutti gli appassionati di product e interior design, ha cambiato location ed è andata in scena a King’s Cross, dove resterà anche nei prossimi anni.

designjunction london

Nella Cubitt House, l’area dedicata a illuminazione e arredi disegnata dallo studio londinese Satellite Architects, ho scovato la lampada Nelly, lanciata per l’occasione dall’azienda inglese Cameron Peters Fine Lighting. Realizzata in vetro di Murano soffiato con metodo artigianale su progetto dei pluripremiati giovani designer BrogliatoTraverso, è composta da due pezzi separati: la base bianca satinata e il “cappello” in vetro colorato semitrasparente disponibile in cinque colori (blu, verde, marrone, viola e grigio). L’intento dell’azienda è quello di unire la tradizione artigianale risalente all’undicesimo secolo con il design contemporaneo. A me ricorda un po’ la Bonne Nuit di Michele De Lucchi, un pezzo che amo.

designjunction-london-28Nelly designjunction-london-29

Meritevole l’iniziativa Who is Casper” di Modus, che ha chiesto a sedici creativi, provenienti da diverse discipline, di personalizzare lo sgabello in sughero riciclato progettato da Micheal Sodeau. I lavori realizzati sono estati esposti qui per il London Design Festival, e messi all’asta on-line per raccogliere fondi da destinare a Movement on the Ground, una fondazione che sostiene i rifugiati.

who is Casper Modus designjunction-london-16

who's casper designjunction

Di seguito vi lascio alcuni dei pezzi che mi hanno colpito, alla prossima!

designjunctiondesignjunctiondesignjunction london

designjunctiondesignjunctiondesignjunctiondesignjunction

Share it

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *